CRESCENTINO. Pd: assemblea aperta con Bobba e Scuncio per “ripartire insieme”

La Voce, venerdì 13 aprile 2018

CRESCENTINO. La sera di venerdì 6 aprile nel salone dell’autoscuola “La Monferrina” si è tenuta un’assemblea del locale Circolo del Partito Democratico, aperta ai tesserati e ai simpatizzanti, per analizzare i risultati delle elezioni del 4 marzo scorso.

A “discutere per ripartire insieme” dopo le elezioni politiche c’erano la coordinatrice del Circolo, Livia Scuncio, con il sottosegretario al Ministero del lavoro Luigi Bobba e il consigliere regionale Giovanni Corgnati. Il primo, dopo una disamina dei motivi del risultato elettorale, ha posto l’accento sull’agenda politica delle prossime settimane: la formazione del governo e l’assemblea nazionale del partito. Corgnati ha invece evidenziato le difficoltà che il Pd riscontra nel Piemonte Orientale, dove i risultati elettorali sono nettamente inferiori che nell’area torinese (traduzione dal politichese: «con queste cifre, l’anno prossimo, col cavolo che torniamo in Regione»).

Dopo le relazioni dei due ciglianesi è intervenuto Leo Alati, segretario provinciale del Partito Socialista (presentatosi in coalizione con il Pd alle recenti elezioni), che ha criticato alcune scelte politiche del partito di Renzi nella passata legislatura, dall’abolizione della tassa sulla casa senza tener conto delle superfici all’abolizione dell’art. 18 dello Statuto dei lavoratori.

Si è notata l’assenza dell’ex sindaco Marinella Venegoni, che ha successivamente dichiarato: «avevo capito che la riunione fosse giovedì, non venerdì, e così giovedì sera ho girato a vuoto per tutta Crescentino». Oltre ai problemi di agenda politica, evidentemente, ci sono dei problemi di agenda tout court.

Livia Scuncio con Matteo Renzi