DOPO DI NOI: ALTRO CHE FLOP! ON. LUIGI BOBBA: “AL PIEMONTE EROGATI 6 MILIONI E 480MILA EURO”

Il Ministero del Lavoro ha erogato a 16 Regioni 86 milioni e 40mila euro, pari al 95,6% delle risorse complessivamente stanziate per l’anno 2016 per la legge “Dopo di noi” ed già stato definito il riparto delle risorse per il 2017.

Alla Regione Piemonte sono state assegnate risorse, relative all’anno 2016, pari ad Euro 6.480.000, destinate a cinque tipologie di interventi.

“I Ministeri del lavoro e delle politiche sociali, della salute e dell’economia e finanze, hanno elaborato, sulla base dei criteri sperimentali previsti per il 2016, il decreto di riparto, per l’anno 2017, delle risorse del Fondo per le persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, per un importo complessivo di 38,3 milioni di euro. Su tale decreto, attualmente alla firma dei Ministri concertanti, lo scorso 20 aprile è stata acquisita l’intesa della Conferenza Unificata – afferma l’On. Luigi Bobba, Sottosegretario al lavoro, smentendo le voci su un ipotetico fallimento della legge 112/2016, la cosiddetta “Dopo di noi” – Una volta perfezionato il decreto, il Ministero del lavoro, nell’ambito dell’istruttoria finalizzata al trasferimento delle risorse alle Regioni, terrà conto anche della raccomandazione formulata in sede di Conferenza Unificata che prevede procedure semplificate per quelle Regioni che abbiano presentato indirizzi di programmazione in continuità con quelli già approvati nell’anno precedente”.

Oltre ad annunciare la definizione del riparto delle risorse per il 2017, il Sottosegretario Luigi Bobba  ha ricordato che il decreto ministeriale del 23 novembre 2016 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 febbraio), emanato di concerto con il Ministro della salute e il Ministro dell’economia e delle finanze, ha fissato i requisiti per l’accesso alle prestazioni a carico del Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare ed ha stabilito la ripartizione delle risorse tra le Regioni, per il 2016, per un importo complessivo pari a 90 milioni di Euro, la cui erogazione avviene al termine di un’attenta istruttoria condotta dal Ministero del lavoro sugli indirizzi di programmazione, adottati e comunicati dalle Regioni, per l’attuazione degli interventi e dei servizi a favore dei beneficiari della legge.

Al Ministero del lavoro, che ne aveva richiesto l’invio entro la fine di febbraio, sono pervenuti gli atti di programmazione di tutte le regioni tranne la Valle d’Aosta, che sta ancora predisponendo la documentazione a motivo della riorganizzazione degli uffici competenti.

“Rispetto agli atti pervenuti – ha sottolineato Luigi Bobbail Ministero del lavoro ha concluso positivamente le istruttorie relative alle programmazioni di 16 Regioni, alle quali ha erogato le relative risorse per un importo totale di 86 milioni e 40mila Euro, pari al 95,6% delle risorse complessivamente stanziate per l’anno 2016”.

Per quanto riguarda i 6.480.000 euro assegnati alla Regione Piemonte, il 58%, pari a  3.750.000 euro, sono destinati ad interventi e servizi diretti alle persone (percorsi di accompagnamento per l’uscita dal nucleo familiare di origine e agli interventi di supporto alla domiciliarità in soluzioni alloggiative con determinate caratteristiche; percorsi di accrescimento della consapevolezza e di sviluppo delle competenze per la gestione della vita quotidiana e per il raggiungimento del maggior livello di autonomia possibile; interventi per la permanenza temporanea al di fuori del contesto familiare) mentre il restante il 42%, pari ad € 2.730.000 è destinato per gli interventi di realizzazione di innovative soluzioni alloggiative, e saranno utilizzate nel triennio 2017-2019, a seguito di un bando di finanziamento che verrà approvato con apposita deliberazione della Giunta regionale.

CS-DopodiNoi_BOBBA