“Ha insultato un operatore della Cri perché marocchino”: bufera sul segretario della Lega Nord

InfoVercelli24, venerdì 29 dicembre 2017

IL PD VERCELLESE: “ORA CI ASPETTIAMO CHE STECCO E TIRAMANI PRENDANO LE DISTANZE DA CERTI ATTEGGIAMENTI”

Riceviamo e pubblichiamo.

Il PD Vercelli e Valsesia è venuto a conoscenza da organi di stampa di quanto avvenuto nella notte fra il 19 e il 20 dicembre scorso quando il segretario cittadino della Lega Nord Giampiero Borzoni ha gratuitamente infierito con inaccettabili insulti razzisti contro un dipendente delle Croce Rossa di origini marocchine che, in servizio, prestava soccorso al padre dell’esponente leghista.

Il nostro commento si può racchiudere in due parole: “Borzoni vergognati!”. Vergognati perché, da quanto emerso dai giornali, hai anteposto le tue assurde convinzioni razziste alla necessità di prestare un soccorso veloce ed efficace a un tuo familiare. Vergognati perché hai attaccato un uomo che faceva il suo lavoro, conquistato con fatica, rispetto e costanza dopo anni di volontariato presso la Croce Rossa che lo ha poi assunto. Vergognati perché hai insultato un cittadino italiano, riconosciuto tale dal tuo stesso segretario nazionale Matteo Salvini. Vergognati perché da segretario cittadino di un partito politico che vuole candidarsi a guidare l’Italia, certi atteggiamenti sono inaccettabili e dovrebbero fare riflettere gli elettori moderati e non del nostro paese in vista dei prossimi appuntamenti elettorali.

Ora la segreteria provinciale e cittadina del PD si aspetta una netta presa di distanza da parte della direzione cittadina e provinciale della Lega Nord, estesa al capogruppo in Consiglio Comunale di Vercelli, Alessandro Stecco che, oltre a essere persona a modo, appartiene al mondo della sanità.

Suggeriamo, infine, al segretario provinciale Paolo Tiramani che tanto si è speso in questi giorni per chiedere le dimissioni del sindaco Maura Forte, di spendere analoghe energie nei confronti del segretario cittadino di Vercelli della Lega Nord. Giampiero Borzoni potrebbe essere il primo a beneficiare dei lavori socialmente utili che lo stesso Tiramani ha proposto nel comune di Borgosesia, pur con altre finalità nei confronti di studenti sospesi, magari in una struttura che ospita richiedenti asilo.

Gian Paolo De Dominici, Michele Gaietta (Pd)