Interrogazione all’Assessora Regionale Cerutti sulla delibera anti-migranti del comune di San Germano Vercellese

CORGNATI (PD): “LA DELIBERA DEL COMUNE DI SAN GERMANO VERCELLESE NON È CONCILIABILE CON LE STRATEGIE DI GOVERNO E REGIONE”

Torino – 26 settembre 2017 – “Nell’odierna seduta del Consiglio regionale l’Assessora all’immigrazione Monica Cerutti ha risposto ad un’interrogazione a risposta immediata da me presentata finalizzata a conoscere quali azioni urgenti intenda intraprendere in merito alla delibera adottata dalla Giunta comunale di San Germano Vercellese, nell’agosto scorso, “Tutela del territorio sangermanese dall’invasione/immigrazioni delle popolazioni africane e non solo. Provvedimenti” che contiene prese d’atto, osservazioni e ricostruzioni dei fatti altamente lesive dell’immagine e della dignità professionale di soggetti istituzionali e non in essa citati, in particolare l’accusa di fare business con il sistema dell’accoglienza rivolta a Prefetture, privati, organizzazioni religiose e non, cooperative ed enti di genere, contestando la scelta dei privati di dare ospitalità ai migranti ” ha dichiarato il Consigliere regionale del Partito Democratico Giovanni Corgnati.

“La Giunta Comunale di San Germano Vercellese” ha proseguito Corgnati “ha, altresì, espresso, nell’atto approvato, considerazioni secondo le quali l’Italia si sarebbe “trasformata in un campo profughi/ clandestini”, deliberando la “non accettazione della proposta di un’accoglienza diffusa sul territorio sangermanese”, nonché l’esclusione della collocazione “ad imperio” di profughi/clandestini, in quanto lederebbe “i principi di autonomia e rappresentatività diretta dei cittadini in seno alle istituzioni locali”, fatto che è stato denunciato e stigmatizzato anche da un’interrogazione presentata alla Camera dei Deputati da un gruppo di parlamentari Pd (prima firmataria Chiara Gribaudo) al Ministro Minniti che ha risposto, sottolineando come le affermazioni contenute nella delibera non siano in alcun modo conciliabili con la strategia del Governo e confermando la necessità da parte dei soggetti legittimati di rivolgersi al Tar per le verifiche di illegittimità dell’atto”.

“L’Assessora Cerutti – ha concluso Giovanni Corgnati – ha precisato che ha provveduto a segnalare all’Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali) la delibera del Comune di San Germano Vercellese affinchè valuti se esistano profili connessi all’antidiscriminazione e che ha sottoposto questo atto e ordinanze simili all’attenzione dell’ASGI (Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione) che ha prodotto lettere di richiamo destinate ai Sindaci interessati. Nei prossimi giorni l’Assessora Cerutti scriverà al Prefetto di Vercelli per invitarlo a vigilare sui risvolti discriminatori contenuti nell’atto”.