Istat, lavoro non profit in Italia sempre piu’ ‘rosa’: 80% di donne all’assistenza sociale

Agorà 24, 28 dicembre 2017 

Il settore non profit si distingue da sempre per una ampia presenza femminile all’interno della propria forza lavoro, con una quota che nel 2011 raggiunge 2 lavoratrici su 3 unita’ retribuite (pari al 66,9 per cento – Figura 23.2). E’ quanto rileva l’Annuario dell’Istat del 2017. Il settore a maggiore presenza femminile e’ l’assistenza sociale e protezione civile, dove la percentuale di donne raggiunge l’80 per cento (80,4 per cento); seguono a breve distanza la sanita’ (73,4 per cento) e l’istruzione e ricerca (73,4 per cento). Piu’ contenuta ma comunque maggioritaria la presenza di donne tra i lavoratori impiegati nell’ambito della tutela dei diritti e attivita’ politica (62,8 per cento), cooperazione e solidarieta’ internazionale (61,7 per cento), religione (58,7 per cento), sviluppo economico e coesione sociale (50,8 per cento).

Nei restanti settori invece la forza lavoro e’ soprattutto maschile, in particolare nell’ambiente (dove le donne rappresentano il 39,4 per cento dei lavoratori retribuiti). Al contrario tra i volontari il numero di donne e’ inferiore a quello dei maschi, risultato che si conferma in quasi tutti i settori di attivita’, uniche eccezioni: la cooperazione e solidarieta’ internazionale e l’istruzione e ricerca. Se nel complesso delle istituzioni non profit italiane si contano infatti 1 donna ogni 3 volontari (38,0 per cento), in questi settori la presenza femminile diventa maggioritaria (rispettivamente con il 54,3 per cento e il 54,0 per cento dei volontari impiegati in questi ambiti). I volontari delle istituzioni non profit nel 43,2% dei casi hanno un’eta’ compresa tra 30 e 54 anni, nel 20% dei casi hanno un’eta’ inferiore ai 30 anni, nel 22,0% tra i 55-64 anni e nel 14,8% 65 anni o piu’ (Prospetto 23.6). Una maggiore incidenza di volontari giovani si rileva nella cultura, sport e ricreazione, dove gli under 30 rappresentano il 22,3%. L’assistenza sociale e protezione civile, insieme alla filantropia e promozione del volontariato e alla tutela dei diritti e attivita’ politica, invece, sono settori di attivita’ con un volontariato piu’ maturo.