Job&Orienta, la fucina che salda lavoro e scuola

DA GIOVEDÌ A SABATO IN FIERA DI VERONA CONVEGNI, LABORATORI, SIMULAZIONI FOCUS SULL’INNOVAZIONE APPLICATA ALLA DIDATTICA. DUE LE AREE TEMATICHE: UNA, CHIAMATA “ISTRUZIONE ED EDUCAZIONE”, È DEDICATA A STUDENTI E INSEGNANTI, E L’ALTRA È PER CHI CERCA L’UNIVERSITÀ GIUSTA O UN’OCCUPAZIONE SODDISFACENTE

Saldare forti alleanze tra scuola e lavoro, allineare la formazione con i profondi cambiamenti del mondo economico-produttivo e della società. Questi i temi al centro di Job&Orienta, il salone dedicato all’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, che giunto alla sua ventisettesima edizione, avrà per titolo “Orientarsi all’innovazione per costruire futuro”. L’appuntamento, promosso da VeronaFiere e Regione Veneto, in collaborazione con i ministeri dell’Istruzione e del Lavoro, aprirà da giovedì fino a sabato negli spazi della Fiera di Verona. Con gli organizzatori che sperano di replicare il successo dell’anno scorso quando richiamò ben 72mila visitatori e 500 realtà del settore. Tanti i convegni. Si parte giovedì, dopo il taglio del nastro, con il grande appuntamento Oil for brain, un susseguirsi di testimonianze su come affrontare le sfide del mondo del lavoro, che inizierà alle 10,30, all’Auditorium Verdi. Venerdì alle 9,30, la giornata prenderà avvio sempre nell’Auditorium, con l’incontro “Esami di maturità per il sistema duale”, dove si affronterà il tema dell’alternanza scuola lavoro con i sottosegretari al Lavoro Luigi Bobba e all’Istruzione Gabriele Toccafondi. Sabato, in Sala Mozart, alle 9,30 ecco il convegno Tecnologie applicate alla didattica. Ma poi non mancheranno laboratori interattivi, simulazioni. Due le aree tematiche in cui è strutturata la rassegna. Una chiamata “Istruzione ed educazione”, dedicata a studenti e insegnanti. E la seconda, battezzata “Università, formazione e lavoro”, per tutti coloro in cerca dell’università giusta o di un’occupazione. Per facilitare ancor di più l’orientamento all’interno dei padiglioni, sono stati poi sviluppati sei percorsi contrassegnati da diversi colori. Per gli studenti delle superiori e i professori, all’interno della prima area, si potrà seguire il percorso arancione chiamato “Educazione e Scuole”, durante il quale di incontrerà persino la Saletta docenti, con appuntamenti di formazione e aggiornamento. Per i dirigenti scolastici e gli insegnanti ecco anche il percorso color oro, dedicato alle tecnologie e ai media, dove si potranno trovare gli enti che promuovono l’uso delle tecnologie nella scuola, insieme ai produttori di tablet e strumenti vari. Il percorso verde è poi dedicato alle lingue straniere e al turismo. Nella seconda area ecco il percorso blu sulla formazione accademica e quello argento sulla formazione professionale. Infine il rosso dedicato al lavoro e all’alta formazione, in cui si colloca anche la Saletta TopJob, spazio per workshop, incontri con aziende e seminari rivolti ai giovani alla ricerca di lavoro. Ci sarà uno spazio, il CreativityJob, ad uso delle realtà che si occupano di formazione nei settori del made in Italy, in particolare quelli della moda, design e gastronomia. Un angolo sarà dedicato al JobInternational, con proposte di stage e tirocini all’estero, opportunità di lavoro, scambi culturali e viaggi studio. E infine non mancherà il JobinGreen, che ha l’obiettivo di valorizzare le buone pratiche di sostenibilità.