Non lavorano e non studiano. In Piemonte record di “neet”

Tra le regioni del Nord il Piemonte è quella con il maggior numero di «neet», giovani che non studiano, non lavorano e non cercano lavoro: i dati Istat sulla forza lavoro parlano del 22,7% della popolazione tra 15 e 29 anni, contro il 18,1% del Veneto, il 18,4 della Lombardia. L’aumento, negli anni tra il 2008 (all’inizio della crisi erano il 12,5%) e il 2013, si è risolto in una vera impennata, in particolare nella fascia 18-29 anni (27,1%). Il primato, osservando la popolazione in provincia di Torino, ce l’hanno i giovani stranieri: 15,7% contro il 9,1 degli italiani tra i 15 e i 19 anni, 51,6 contro il 29,4 tra i 20 e i 24, 44,9 contro il 27,4 tra 25 e 29 anni.

LaStampa_t2_20160331_046