Nuove opportunità nel settore cinematografico.

Il MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) e il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali- Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri hanno firmato ieri un Protocollo d’intesa durante l’incontro “Il cinema italiano cresce a partire dai giovani”, organizzato dall’ Associazione Giovani Produttori Cinematografici Indipendenti.

Quattro i punti salienti che il Protocollo intende attivare in funzione dello sviluppo di nuove imprese di produzione giovanili e il consolidamento di quelle già esistenti:

1) iniziative per favorire lo start up dell’impresa socio-culturale giovanile e delle micro imprese;

2) iniziative volte al coinvolgimento delle imprese internazionali per attrarre produzioni cinematografiche straniere, valorizzare il territorio nazionale, sostenere la filiera, per far crescere professionalmente i nostri giovani imprenditori ed i lavoratori;

3) progetti volti a sostenere lo sviluppo sul territorio nazionale dei mestieri della filiera del cinema e dell’audiovisivo in generale, tesi alla creazione di nuovi posti di lavoro per i giovani;

4) bandi di concorso per giovani artisti volti alla selezione dei migliori progetti di sceneggiature originali proposte da giovani talenti e da imprese di produttori emergenti.

Ha aperto i lavori l’onorevole Luigi Bobba, Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega alle politiche giovanili e al servizio civile nazionale.

“Le istituzioni coinvolte nella firma di questo Protocollo – ha dichiarato l’onorevole Bobba- vogliono supportare nuove forme di creatività, sviluppare nuove occasioni di lavoro e favorire la fruizione di un cinema di qualità che possa anche trasmettere valori socialmente rilevanti. Penso sia importante valorizzare i giovani talenti, favorire lo sviluppo di un settore che rappresenta un potenziale e notevole bacino di occupabilità, non solo per gli artisti e per le aziende di produzione, ma anche per le maestranze e per tutti gli operatori. Ci aspettiamo che questo Protocollo porti un’aria nuova nel cinema italiano; ciò potrà favorire il sostegno e il rilancio delle imprese culturali.

All’evento erano presenti Nicola Borrelli, Direttore Generale Cinema del MiBACT, Calogero Mauceri, Capo del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Nel suo intervento il cons. Calogero Mauceri ha fatto anche riferimento all’occasione che l’Italia può cogliere dal semestre di Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea.” Una delle occasioni principali del semestre- ha dichiarato- sarà quella di implementare la trasversalità delle politiche giovanili. Non esiste una politica giovanile unica, ma esistono tanti modi per aiutare i giovani. Uno di questi, ad esempio, riguarda sicuramente il tema dell’accesso al credito. Il nostro è un impegno concreto per modificare i sistemi di accesso al credito e dare il via al cambiamento.”

Il Direttore Generale Cinema, dott. Nicola Borrelli, ha posto l’accento sull’importanza dell’accordo “che rappresenta un esempio innovativo di collaborazione interistituzionale di alto profilo che segna un cambio di passo negli accordi tra amministrazioni.”