RADIOLOGIA: LA REGIONE SI ARRENDE A SANTHIA’

VercelliOggi, 23.07.2018

La forza tranquilla della città e del suo Sindaco Angelo Cappuccio convince Antonio Saitta a ripristinare il servizio dal 1 settembre
E Serpieri deve eseguire

RADIOLOGIA: LA REGIONE SI ARRENDE A SANTHIA' - La forza tranquilla della città e del suo Sindaco Angelo Cappuccio convince Antonio Saitta a ripristinare il servizizo dal 1 settembre

Vai direttamente al video 

La Regione ha dovuto arrendersi alla ‘forza tranquilla’ di Santhià e del suo Sindaco Angelo Cappuccio.

Potevamo scrivere, qualche settimana fa, che il Primo Cittadino non avrebbe fatto né sconti, né concesso deroghe all’impegno di vedere ripristinato il sevizio di Radiologia presso la Casa della Salute (l’ex Ospedale) della città.

E proprio la notizia che oggi si sarebbe tenuto il sit in di protesta davanti alla struttura, ha fatto muovere subito l’Assessore Regionale alla Sanità Antonio Saitta, che la scorsa settimana ha chiamato a Torino per un incontro proprio Cappuccio ed il Direttore Generale dell’Asl Chiara Serpieri.

Saitta è stato formale: ripristino del servizio al più tardi il 1 settembre.

E Serpieri ha dovuto eseguire.

***

Il problema, ovviamente, non è riconducibile ad una prova di forza, anche se c’è stata.

Va indagato soprattutto con riguardo al rispetto di alcune previsioni normative che vogliono (comprensibilmente) sempre assicurata la presenza di Medici nei momenti in cui la prestazione deve essere erogata.

E se mancano i medici non è facile manovrare il ‘cubo di Rubik’ con il quale ci si trova alle prese.

***

Comunque, questi sono problemi che devono essere risolti dai Tecnici, che sono strapagati per risolverli e non riverberare (ulteriori) conseguenze sui cittadini.

Che spesso sono anziani ed in condizione di particolare esposizione all’emergenza sanitaria ed assistenziale.

Oggi molti cittadini hanno aderito all’invito dell’Amministrazione santhiatese (con quella di Tronzano Vercellese) presentandosi per una protesta pacifica davanti alla sede della Casa della Salute.

Anche se l’orario – le otto di mattina – non era dei più favorevoli per una presenza di massa, va detto che la partecipazione è stata notevole e quindi eloquente: chi ha orecchie per intendere, intenda.

Ma sentiamo dalla viva voce del Sindaco come sono andate le cose, nel filmato che volentieri offriamo in apertura di questa pagina.