Rai, Bobba e Gelli “Vertici non sapevano di Mission? Fico verifichi”. “Azienda raccolga allarme lanciato da Ministro Kyenge”

“Di fronte alle notizie di stampa secondo le quali i vertici della Rai

non erano stati informati del vero profilo della nuova trasmissione

‘Mission’, è opportuno che il presidente della Vigilanza Rai Roberto

Fico avvii una verifica per comprendere chi ha preso la decisione di

far partire il nuovo programma”. E’ quanto dichiarano i deputati del

Partito democratico, Federico Gelli, componente della commissione

Affari sociali della Camera, e Luigi Bobba, componente della

commissione bicamerale per l’Infanzia e l’adolescenza.

“Secondo quanto riferito sugli organi di stampa – spiegano i due

deputati – il presidente della Rai, Anna Maria Tarantola, ed il

direttore generale, Luigi Gubitosi, si sarebbero detti non a

conoscenza del reale format di ‘Mission’, ritenendo che si trattasse

di un documentario e non di una trasmissione simile ad un reality, con

i vip come protagonisti. Dopo le preoccupazioni espresse dal mondo del

volontariato e del sociale, è opportuno che sulla vicenda venga fatta

la massima chiarezza”.

“E’ opportuno che il presidente Fico si adoperi anche – aggiungono

Gelli e Bobba – affinché la Rai raccolga l’allarme lanciato dal

ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge, che ha posto l’accento sulla

necessità di tenere conto del rispetto dei diritti della persona e

della privacy di esseri umani costretti a lasciare il proprio paese

per sfuggire a guerre, minacce, torture. Il tema dei profughi è molto

delicato, il presidente della Vigilanza si assicuri che la Rai abbia

le massime cautele. Chieda, inoltre, quali sono stati i costi

sostenuti dalla Rai fino ad oggi”.