San Germano, la Regione farà causa al sindaco anti-profughi

Michela Rosetta ha deciso di multare chi ospita richiedenti asilo senza comunicarlo al Comune

VALENTINA ROBERTO 27/09/2017
SAN GERMANO

Una causa collettiva contro San Germano, il Comune che ha deciso di punire con una multa tra i 150 e i 5.000 euro chi ospita richiedenti asilo senza comunicarlo all’amministrazione. Ma a mettersi contro il sindaco Michela Rosetta è la Regione: «Quello di San Germano è un caso che abbiamo seguito da subito, perché è un tipico esempio di come una certa politica stia sfruttando le istituzioni per fare propaganda elettorale», dice l’assessora Monica Cerutti.

LEGGI ANCHE - Il vescovo di Vercelli si schiera contro il sindaco di San Germano

Sono già stati presi i primi provvedimenti: «L’assessorato all’Immigrazione ha segnalato all’Ufficio nazionale antidiscriminazioni la delibera ed è in corso di valutazione da parte del Centro antidiscriminazione regionale la possibilità di effettuare un intervento. Contestualmente la delibera e ordinanze simili sono oggetto di approfondimento da parte dell’associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione che ha già inviato una prima lettera a sindaci e prefetti».

Torino sta valutando un ricorso al Tar o una causa di fronte al tribunale ordinario. E Cerutti annuncia: «È anche allo studio l’ipotesi di una causa collettiva in assenza di ricorsi da parte dei cittadini dei comuni interessati. Noi scriveremo al prefetto di Vercelli affinché valuti a sua volta i possibili risvolti discriminatori di a questo atto amministrativo».