Servizio civile: Bobba (Min.Lavoro), “è anche acquisizione di competenze per il lavoro”

“Il servizio civile è anche acquisizione di competenze e se torna utile per il lavoro è un fatto positivo”. Lo ha detto oggi a Roma Luigi Bobba, sottosegretario del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con delega al servizio civile, nel suo intervento al convegno di Caritas italiana sul servizio civile in corso a Roma. Nella nuova legge sul servizio civile universale, ha ricordato Bobba, “è stato costruito un percorso pensato all’interno della condizione dei giovani, delle loro attese e speranze. L’intento è dare piena attuazione alla riforma”. Il sottosegretario ha citato alcune ricerche ministeriali sui giovani in servizio civile, per capire cosa ha rappresentato per loro l’esperienza. “Sono emersi tre aspetti: l’impegno civico e volontario; la percezione di aver fatto qualcosa di positivo e utile per le persone e la comunità e la possibilità di acquisire competenze e capacità utili nel percorso lavorativo successivo”. “Questo è un elemento positivo – ha sottolineato – perché è urgente offrire ai giovani occasioni per essere messi alla prova, rischiando i propri talenti”. Bobba ha poi citato “un caso in cui la politica è arrivata in anticipo” rispetto alla società civile: “Abbiamo costruito le condizioni istituzionali per consentire a 3.000 giovani con lo status di rifugiato di svolgere il servizio civile. Anche questa è una via per costruire l’appartenenza”.