TORINO. Luigi Bobba aderisce a sciopero fame per lo Ius Soli

La Voce, sabato 21 Ottobre 2017

Luigi Bobba aderisce alla staffetta dello sciopero della fame dei parlamentari Pd e di alcuni membri del Governo, oltre che di personaggi della cultura, della scienza e dello spettacolo, per sostenere l’approvazione della legge che riconosce ai minori stranieri regolarmente residenti nel nostro Paese il diritto alla cittadinanza.
“Se al Senato sarà necessario apportare delle modifiche al testo uscito dalla Camera – sostiene Bobba, che già nel 2011 aveva firmato la proposta di legge di iniziativa popolare ‘L’Italia sono anch’io’ – lo si faccia senza stravolgere l’impianto oggi esistente. Ciò che non è più tollerabile è un rinvio sine die dell’esame del testo. È tempo che anche l’Italia si doti di una legge che già in molti Paesi europei è in vigore da diversi anni. Come ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, vogliamo poter ‘essere orgogliosi di dire di aver aggiunto il diritto alla cittadinanza per quei bambini che frequentano la nostra scuola, che vivono i nostri quartieri e che giocano nelle nostre squadre di calcio, ma che sono nati da genitori stranieri’”.